“Accogliere come. Per una riforma del Sistema nazionale di Accoglienza” Bologna, 6-8 settembre: la Summer School di Europasilo

Ritorna anche quest’anno la Summer School di Europasilo – rete nazionale per il diritto d’asilo.
Dopo Brescia e Cosenza, l’edizione 2018 – “Accogliere come. Per una riforma del Sistema nazionale di Accoglienza”- si svolgerà a Bologna da giovedì 6 a sabato 8 settembre, con l’obiettivo di promuovere una nuova legislazione in materia d’asilo, insieme a una riforma del sistema d’accoglienza nazionale. Una tre giorni che vedrà alternarsi occasioni di formazione frontale con esperti, docenti e rappresentanti del sistema d’asilo italiano ed europeo, e momenti dedicati alla prassi, con il fine di favorire lo scambio e la discussione tra gli stessi partecipanti in merito a buone pratiche e modalità innovative.

La scuola estiva si rivolge a coordinatori e responsabili di progetti d’accoglienza – siano essi CAS (Centri di Accoglienza Straordinari) o SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) – e a referenti di Enti Locali, per individuare le linee guida comuni e tracciare la rotta per una riforma dell’accoglienza in Italia.

Organizzato in collaborazione con il servizio centrale SPRAR, il percorso formativo partirà dall’analisi del sistema d’asilo e dei programmi per l’integrazione dei richiedenti asilo nell’Unione europea, per poi focalizzarsi sull’attuale situazione italiana: come funziona il nostro sistema nazionale d’accoglienza e quali sono le sue evoluzioni normative.

Dalla teoria alla prassi: il secondo giorno avrà un carattere maggiormente operativo, grazie a 6 workshop che vedranno la partecipazione di formatori di Europasilo provenienti da realtà SPRAR di diverse regioni italiane. In particolare, questi incontri costituiranno l’occasione per discutere diversi temi, tra cui:

  • la costruzione di un sistema di accreditamento dei servizi;
  • ripensare gli strumenti per sostenere l’autonomia prima e dopo la fine dell’accoglienza;
  • le politiche di welfare e del lavoro per evitare la caduta nella marginalità sociale e nello sfruttamento estremo;
  • l’effettivo passaggio dalla dimensione emergenziale dei CAS allo SPRAR;
  • l’accoglienza, la protezione dei rifugiati e i programmi di cooperazione;
  • i richiedenti asilo, i rifugiati e gli operatori dell’accoglienza: quale ruolo nella vita sociale della comunità.

 

La giornata conclusiva della Summer School sarà, infine, caratterizzata da un momento di riflessione collettiva: un relatore di ognuno dei workshop esporrà in sessione plenaria i risultati delle attività svolte. Questi saranno spunti di riflessione da cui partire per la stesura delle raccomandazioni finali.

I posti sono limitati e c’è tempo fino al 19 agosto per iscriversi. Qui di seguito trovate il programma e la scheda di iscrizione. Per maggiori informazioni invece potete contattare la segreteria di Europasilo, scrivendo a: summerschooleuropasilo@gmail.com, oppure telefonando ai numeri 393 2365782 – 345 7918452.

“Europasilo” è una rete nazionale per il diritto d’asilo. Nata nel 2014 dalla condivisione di esperienze ed obiettivi tra enti di tutela che hanno dato vita ad alcuni dei più consolidati progetti dello SPRAR, rappresenta una rete aperta che vuole coinvolgere nuove associazioni che si occupano di accoglienza e che abbiano a cuore la tutela del diritto d’asilo e la qualità dei percorsi di accoglienza.