La campagna

Bologna cares! La Campagna di comunicazione del progetto SPRAR del Comune di Bologna

L’accoglienza dei richiedenti asilo e dei rifugiati – persone costrette a lasciare il proprio Paese per fuggire a guerre, insicurezze, privazioni della libertà – è un dovere che coinvolge non solo l’ambito nazionale ed europeo, ma anche i territori, le amministrazioni, la società civile.

La città di Bologna è attiva su questo fronte, con diversi progetti finalizzati all’accoglienza, tra i quali il progetto SPRAR (Sistema di Protezione dei Richiedenti asilo e dei Rifugiati), realizzato dall’ASP Città di Bologna e dai gestori dell’accoglienza il consorzio l’Arcolaio, l’associazione MondoDonna onlus, la società cooperativa Lai-momo e la cooperativa sociale Camelot – officine cooperative.

La campagna Bologna cares! rientra per l’appunto nel progetto di comunicazione dello SPRAR, ed è realizzata da Lai-momo.

Eventi, laboratori, incontri, conferenze, pubblicazioni, momenti di riflessione: attraverso questo tipo di iniziative, proposte alla città durante l’intero anno, con particolare concentrazione nei giorni a ridosso della Giornata Mondiale del Rifugiato (20 Giugno), la campagna si rivolge direttamente alla cittadinanza.

Con Bologna cares! il Comune di Bologna intende sensibilizzare la cittadinanza sul tema della protezione dei richiedenti asilo e dei rifugiati e comunicare, come suggerisce il titolo della campagna, che Bologna si fa carico della propria parte di accoglienza, con attività messe in campo da istituzioni e privato sociale.

Campagna 2015 - Rifugiati di ieri e di oggi: le storie
Campagna 2014 - Sono fuggito perché…