Due violini per lo Sprar

Lunedì 8 ottobre, alle ore 17.30, presso l’auditorium del Villaggio del Fanciullo di Bologna, si è tenuto l’evento “Il Comunale in città”, concerto per violini, dedicato ai richiedenti asilo e rifugiati dello SPRAR. L’evento rientra nel calendario di appuntamenti che il Teatro Comunale di Bologna ha fissato per portare la musica classica dentro alcuni luoghi cittadini.

Erano presenti ragazzi di vari paesi come Gambia, Togo, Albania che si sono riuniti nell’ascolto assieme ai giovanissimi del doposcuola di quartiere, che rappresenta uno dei servizi organizzati dentro il Villaggio del Fanciullo, insieme ai loro insegnanti. Hanno partecipato anche gli operatori del CEIS che hanno accompagnato i richiedenti appena finita una lezione di italiano L2.

 

 

Il concerto è stato tenuto da due affermati violinisti, Marco Ferri e Silvia Mandolini, che si sono alternati nei ruoli di primo e secondo violino. Sono stati eseguiti brani di Boccherini, Leclaire, Haydn, Prokof’ev. L’organizzatrice dell’evento, Cristina Giardini, tra un brano e l’altro, ha instaurato un dialogo con i giovani intervenuti, coinvolgendoli con curiosità e domande, ma soprattutto spiegando i presupposti musicologici che stanno alla base degli strumenti ad arco.

Gli applausi hanno sottolineato la piacevolezza del pomeriggio, tra i sorrisi del pubblico e la soddisfazione dei musicisti, che si sono esibiti in un contesto sociale pieno di significati, al punto che alla fine del concerto alcuni ragazzi hanno voluto provare ad imbracciare un violino, seguiti da due tutor d’eccezione.