Vice Ministro Mauri al Tavolo Accoglienza e Immigrazione

Vice Ministro Mauri al Tavolo Accoglienza e Immigrazione

Questa mattina nella sede del Comune di Bologna il Vice ministro dell’Interno, on. Matteo Mauri, ha presenziato all’incontro del Tavolo Sistema accoglienza e immigrazione alla presenza dell’Assessore Marco Lombardo (Relazioni europee, Cooperazione Internazionale, ONG, Lavoro, Attività produttive,  Politiche per Terzo Settore, Progetto “Insieme per il lavoro”), di funzionari del Comune di Bologna e di ASP Città di Bologna, delle rappresentanze Sindacali e degli enti gestori impegnati nelle diverse attività di accoglienza nell’area metropolitana.

I diversi attori componenti il tavolo hanno potuto esporre la situazione nell’area metropolitana sia in merito ai dati che agli aspetti qualitativi e alle criticità. Il Vice ministro ha mostrato grande attenzione alla realtà bolognese sottolineando nel suo intervento che la prospettiva del governo è di intervenire sul sistema di accoglienza nel suo complesso a partire dalla revisione delle norme in vigore che ostacolano fortemente i percorsi di inserimento sociale ed economico dei migranti, riconoscendo nel sistema a gestione delle amministrazioni comunali il cuore dell’accoglienza sia per i richiedenti protezione internazionale che per coloro che hanno ottenuto il riconoscimento del titolo. Positivo dunque il riscontro per la città che tanto si è adoperata per garantire servizi di qualità e programmazione in un settore che spesso è stato affrontato nella sola modalità emergenziale e strettamente connessa alle tematiche di sicurezza.

Che il tema sia dunque riconosciuto come complesso e che necessita di visione ampia, sistemica e nel medio/lungo termine, in grado di comprendere la forte  integrazione tra gli aspetti della migrazione, dell’inserimento al lavoro, della qualità di questo lavoro e della necessità di operare sempre più in ottica di cooperazione internazionale è quanto nuovamente l’Assessore Lombardo ha voluto sottolineare accogliendo con favore la prospettiva di modifica dell’attuale quadro normativo. Ancora una volta Bologna fa la sua parte per promuovere un cambiamento per il benessere di tutti i cittadini, migranti e non.