radio Bologna cares!

“In famiglia sono stato finalmente libero”

“Quando sono arrivato in famiglia sono stato finalmente libero, mi sono sentito tranquillo”. Se c’era una cosa che Seedy non si sarebbe mai aspettato lasciando il Gambia, era che in Italia avrebbe trovato una famiglia pronta ad accoglierlo come un figlio. Invece è successo quando Cristina e Luca, insieme ai loro figli Leo e Lorenzo, hanno deciso di aderire al Progetto Vesta aprendo la loro casa all’ospitalità. “Sono rimasto con loro tre anni”, racconta Seedy, oltre i tempi previsti dal Progetto, che avrebbe la durata massima di un anno. “È venuto naturale – commenta Luca – perché quando ci si impegna in una cosa, bisogna arrivare a un obiettivo”, ovvero l’integrazione. Grazie al supporto ricevuto da Cristina e Luca, dall’associazione delle Famiglie Accoglienti e da operatori e operatrici di Vesta, oggi Seedy ha infatti trovato lavoro ed è potuto andare a vivere da solo. “Se sono qui oggi è grazie a loro, che sono sempre con me”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram